Stefano Galeone

Logopedista

Dott. Stefano Galeone

Logopedista

La logopedia si occupa delle problematiche legate a parola, linguaggio, comunicazione, voce e deglutizione in età evolutiva e adulta.

Mi occupo prevalentemente di valutazione dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA); valutazione e trattamento di dislalie e Disturbi Specifici di Linguaggio; valutazione e trattamento di afasie, problematiche foniatriche (voce) e disturbi dell’eloquio (disartrie); valutazione e trattamento delle problematiche connesse alla deglutizione scorretta e patologica (disfagie)

Il mio lavoro non può prescindere dal confronto con altri specialisti come psicologi e neuropsicologi, neuropsichiatri, foniatri e neurologi. Nell’interesse del bambino e del paziente prediligo da sempre quando possibile un lavoro d’equipe.

Mi interesso anche di relazione tra musica e logopedia: riabilitazione, problematiche legate al canto ma soprattutto di disturbi di apprendimento in ambito musicale, la mia grande passione.

Per l’età evolutiva:

Valutazione e trattamento di

- disturbi specifici di linguaggio (DSL) e dislalie

- disturbi specifici di apprendimento (DSA)

- deglutizione deviata (terapia miofunzionale)

- disfluenze, balbuzie

- disfonie infantili

- problematiche tubariche

- insufficienza velo-faringea

- problematiche di linguaggio, comunicazione e/o deglutizione connesse a deficit cognitivi e neuromotori o in presenza di sindromi (es. Sindrome di Down)

- problematiche di linguaggio secondarie a sordità

Per l’età adulta e geriatrica:

Valutazione e trattamento di

- afasia

- disartria

- disfagia in quadri neurologici o oncologici

- deglutizione deviata (terapia miofunzionale)

- disfonie

- trattamento post – cordectomie o laringectomie

- trattamento in presenza di paralisi cordali

- problematiche di linguaggio e comunicazione in presenza di quadri degenerativi

 

La logopedia (dal greco λόγος, " parola", e παιδέια, "insegnamento, educazione") si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione dei disturbi della  voce, della comunicazione, del linguaggio e dell’apprendimento in età evolutiva, adulta e geriatrica attraverso la valutazione, il bilancio, la programmazione, l’elaborazione e la verifica di programmi  riabilitativi individuali.

All’occorrenza e in base al disturbo possono essere proposti anche trattamenti riabilitativi di gruppo, generalmente omogenei per età e quadro clinico. Anche le problematiche connesse alla deglutizione (disfagia, deglutizione deviata o scorretta) rappresentano un ambito d’elezione del logopedista. Se necessario, la presa in carico del soggetto prevede anche il trattamento di alcuni aspetti cognitivi deficitari che possono inficiare i risultati della terapia rivolta al linguaggio e alla comunicazione.

Il logopedista, dunque, è principalmente lo specialista che si occupa della “educazione della parola“, della comunicazione scritta e orale, della prevenzione e della cura dei problemi legati all’uso del linguaggio. Per quanto riguarda l’età evolutiva, lo specialista utilizza lo strumento del gioco e la collaborazione dei genitori, che dovrebbero partecipare alle sedute e apprendere gli esercizi per poi aiutare il bimbo nel recupero. L’elemento ludico è imprescindibile nel trattamento dei disturbi di linguaggio, comunicazione, deglutizione del bambino. Con l’adulto, il logopedista propone invece un training di rieducazione o di riabilitazione vocale (con esercizi specifici), oppure lavora su abilità e funzioni “perdute”, cercando insieme al soggetto modalità e strategie adatte allo scopo.

In caso di difficoltà tali da compromettere il recupero funzionale, il logopedista si adopera per proporre possibili ausili o strumenti che possano permettere al soggetto la migliore comunicazione possibile e una maggiore autonomia e indipendenza.

La logopedia è inoltre uno strumento di supporto al canto e alla voce artistica più in generale. In questi casi si lavora per cercare una resa migliore e un costo minore in termini di fatica fonatoria e si ricerca un lavoro più accurato nel rapporto respirazione – fonazione - proiezione vocale.

Le sedute possono avere una cadenza settimanale, bisettimanale o trisettimanale a seconda dei casi e del quadro clinico specifico. Generalmente segue un periodo di mantenimento con incontri che avvengono ogni quindici giorni o una volta al mese. Come tutti gli interventi di tipo riabilitativo, anche la logopedia dipende sempre e non può prescindere dalla diagnosi medica specialistica (neurologica, foniatrica, audiologica, etc).

Nell’interesse del paziente, il logopedista collabora attivamente (se richiesto e sempre previa autorizzazione del soggetto o dei genitori del bambino) con altre figure professionali come medici, specialisti o insegnanti e struttura in accordo con loro eventuali interventi multidisciplinari.

Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione anche di parti terze per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Cookie Policy